Accedi a LexEureka
Nessun abbonamento attivo. Che aspetti a sottoscriverne uno?

LexEureka è un motore di ricerca avanzato, e tendenzialmente per utilizzarlo puoi semplicemente inserire la stringa di ricerca nel campo previsto e cliccare su "Cerca". Gli algoritmi utilizzati in fase di indicizzazione si occuperanno di ordinare i risultati in base alla pertinenza.

Per chi si trova a suo agio con gli operatori classici dei motori di ricerca, Lexeureka offre il supporto per i seguenti:

  • AND - operatore che serve per cercare documenti che includono due espressioni contemporanee. E' il comportamento di default assunto in presenza dello spazio. Ad es. la ricerca 'condizioni AND generali' effettua una ricerca estraendo tutti i documenti che contengono contemporaneamente l a parola 'condizioni' e la parola 'generali', non necessariamente affiancate.
  • OR - operatore che serve per cercare documenti che contengono almeno una fra due espressioni. Ad es. la ricerca 'condizioni OR generali' effettua una ricerca estraendo tutti i documenti che contengono o la parola 'condizioni', o la parola 'generali', o entrambe.
  • NOT - operatore che serve per escludere documenti contenenti una certa espressione. La ricerca 'condizioni NOT generali' serve ad es. per estrarre tutti i documenti che contengono la parola 'condizoni' ma NON contengono la parola 'generali'. Questo operatore è utile per restringere il campo delle ricerche. L'operatore "-" è equivalente all'operatore NOT, con la sintassi 'condizioni -generali'.
  • OPERATORE " " - L'operatore " " serve per ricercare espressioni esatte. Ad es. la ricerca "condizioni generali" estrarrà tutti i documenti che contengono le parole "condizioni generali" affiancate e nell'ordine specificato.
  • OPERATORE * - L'operatore * viene utilizzato per generalizzare il suffisso od il prefisso di un termine di ricerca. Ad es. il termine 'general*' consente di matchare documenti che contengono la parola 'generali' ma anche documenti che contengono il termine 'generalità'. L'operatore * non va utilizzato all'interno degli apici ", altrimenti non viene interpretato.

Gli operatori AND, OR, NOT devono essere scritti maiuscoli, altrimenti non vengono interpretati come tali.

SUGGERIMENTI e PROBLEMI COMUNI

Nome dell'autorità nella stringa di ricerca

Se desideri restringere i risultati ad una autorità (ad. es. il Consiglio di Stato) non includere il nome dell'autorità (le parole "Consiglio di Stato") nella ricerca, ma utilizza dopo il primo click i filtri nella colonna sinistra per raffinare i risultati. Ad esempio la ricerca software libero Consiglio di Stato è da sostituire con la semplice ricerca software libero, e da un successivo click sulla colonna sinistra. In questo modo LexEureka si concentra solo sul tema principale della ricerca senza pesare nell'algoritmo che valuta la pertinenza il nome dell'autorità.

Data documento nella stringa di ricerca

Se desideri restringere i risultati ad una particolare data non la inserire nella query la data. Il formato in cui una data è riportata nei provvedimenti è molto variabile da T.A.R. a T.A.R. e rischi di escludere alcuni provvedimenti. Utilizza anche in questo caso la colonna sinistra per filtrare per anno, ed eventualmente gli ordinatori (sempre in alto a sinistra) per consultare i risultati come meglio credi. Ad es. la query software libero 10/04/2012 è poco corretta, e deve essere sostituita con la query software libero e da successivi filtraggi. La ricerca avanzata mette a disposizione filtri più precisi.

Numero legge nel documento

Se vuoi cercare una legge precisa (es. 123/2012) prova a mettere dei doppi apici prima e dopo il numero della legge. In questo modo eviti di estrarre le occorrenze dove 123 appare separato da 2012. La stringa di ricerca in questo caso dovrebbe quindi essere "123/2012". In generale l'uso dei doppi apici consente di estrarre la cosiddetta frase esatta, ovvero restringere i risultati della ricerca a quei documenti dove le parole chiave fra doppi apici compaiono affiancate ed esattamente nell'ordine specificato.

Numero ricorso

La ricerca per numero ricorso è disponible nella ricerca avanzata. Tuttavia se usi i doppi apici puoi avere buoni riscontri anche con la ricerca semplice. Puoi provare ad usare più espressioni fra quelle tipicamente usate dai segretari dei T.A.R. nell'archiviazione dei provvedimenti.

Query con oltre 10 parole

Se hai inserito un numero di parole superiore a 7 o 8 prova a rimuovere gradualmente quelle più "inconsuete" ed a ripetere la ricerca fino a che non ottieni un numero di risultati che puoi navigare uno ad uno.

Copia incolla da Word o da LexEureka stesso

Se hai copia-incollato la query da Word o anche da una pagina web controlla che non compaiano simboli strani in corrispondenza dei caratteri accentati. Se dovessi notare caratteri strani sostituiscili manualmente e ripeti la ricerca.

153 risultati in 92 msricerca avanzata
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 avanti ultima
1 Sentenza
... commerciale precluso dai ristretti limiti che la concessione originaria imponeva alla vendita al dettaglio, in applicazione dell’allora ... al dettaglio ai sensi dell’art. 44/ter L.P. n. 13/1997 da eseguirsi … in zona D3 – zona produt.(tiva) di interesse provinciale” sulla “p.ed ... in commercio al dettaglio (art. 75, comma 2, L.P. n. 13/1997) nei limiti consentiti dall’art. 44/ter comma 2 L.P. n. 13/1997. Tale ... all’art. 75, comma 2, lett. d) della L.P. n. 13/1997, a quella distinta di “commercio al dettaglio”, di cui alla lett ... il commercio al dettaglio in zona produttiva. 2.2. La citata disposizione, infatti, così recitava ai commi 1 e 2: “Commercio al dettaglio ... e del traffico, e di quelle culturali e sociali, finalizzato all'integrazione del commercio al dettaglio nelle zone residenziali ... , il commercio al dettaglio nelle zone produttive è ammesso solo quale eccezione nei casi di seguito elencati. 2. Le merci ... vendute al dettaglio nelle zone produttive senza limitazioni di superficie. Queste sono: a) autoveicoli a due o più ruote, incluse ... , in commercio al dettaglio nei ristretti limiti di cui all’art. 44 ter della L.P. n. 13/1997, nel testo vigente all’epoca. In sostanza ... nel fabbricato in discorso un centro commerciale per la vendita al dettaglio senza limitazioni. 3.1. Il Comune di Bolzano, invocando...
2 Sentenza
... commerciale precluso dai ristretti limiti che la concessione originaria imponeva alla vendita al dettaglio, in applicazione dell’allora ... al dettaglio ai sensi dell’art. 44/ter L.P. n. 13/1997 da eseguirsi … in zona D3 – zona produt.(tiva) di interesse provinciale” sulla “p.ed ... in commercio al dettaglio (art. 75, comma 2, L.P. n. 13/1997) nei limiti consentiti dall’art. 44/ter comma 2 L.P. n. 13/1997. Tale ... all’art. 75, comma 2, lett. d) della L.P. n. 13/1997, a quella distinta di “commercio al dettaglio”, di cui alla lett ... il commercio al dettaglio in zona produttiva. 2.2. La citata disposizione, infatti, così recitava ai commi 1 e 2: “Commercio al dettaglio ... e del traffico, e di quelle culturali e sociali, finalizzato all'integrazione del commercio al dettaglio nelle zone residenziali ... , il commercio al dettaglio nelle zone produttive è ammesso solo quale eccezione nei casi di seguito elencati. 2. Le merci ... vendute al dettaglio nelle zone produttive senza limitazioni di superficie. Queste sono: a) autoveicoli a due o più ruote, incluse ... , in commercio al dettaglio nei ristretti limiti di cui all’art. 44 ter della L.P. n. 13/1997, nel testo vigente all’epoca. In sostanza ... nel fabbricato in discorso un centro commerciale per la vendita al dettaglio senza limitazioni. 3.1. Il Comune di Bolzano, invocando...
3 Sentenza
... regolamentare effettivamente in contrasto con la disposizione di legge sovraordinata, dovrebbe invero disapplicare d’ufficio la norma ... regolamentare, in osservanza del principio di gerarchia delle fonti (cfr., ex multis, Consiglio di Stato, Sez. IV, 5 novembre 2018, n. 6250 ... ”, con cui è stata vietata alla ricorrente la prosecuzione dell’attività di vendita al dettaglio di generi alimentari su una superficie ... del suddetto immobile, l’attività di commercio al dettaglio, limitatamente alla vendita di “bevande solo in confezioni formato all’ingrosso ... di commercio al dettaglio”, avente per oggetto la modifica del settore merceologico da “bevande in confezioni formato all’ingrosso ... dei suddetti prodotti alimentari (cfr. doc.ti 12 e 13). Con l’impugnato provvedimento del 4 marzo 2014, adottato ai sensi dell’art. 21-bis ... ). A fondamento del ricorso sono stati dedotti i seguenti motivi: 1. “Violazione e/o falsa applicazione dell’art. 21-bis, L.P. 22 ottobre 1993 ... ) e della normativa nazionale di recepimento, contenuta nel D. Lgs. 26 marzo 2010, n. 59. Violazione dell’obbligo di disapplicazione ... , comma 2, lett. e), Cost. Violazione e/o falsa applicazione della normativa nazionale in materia di liberalizzazione delle attività ... che prevedono limitazioni all’esercizio del commercio al dettaglio nelle zone produttive non potrebbero considerarsi “indispensabili...
4 Sentenza
... disapplicate dando prevalenza a quelle di rango primario (in generale sulla disapplicazione delle norme regolamentari, cfr. fra le tante ... al rinnovo, il presente piano non può più essere applicato”. Le norme del piano commerciale hanno, infatti, natura regolamentare (Cons ... . Stato, Sez. V, 22/4/1985 n. 196), per cui, se contrarie a legge, in applicazione del principio di gerarchia delle fonti, vanno ... tra le parti, concernente autorizzazione amministrativa per la vendita al dettaglio di capi di abbigliamento. Visti il ricorso in appello ... al dettaglio di capi d’abbigliamento di produzione propria e altrui, all’interno di un capannone di sua proprietà ubicato nella via ... fisso e al dettaglio dei prodotti della tabella merceologica IX, solo se annessa a quella di produzione dei beni per cui viene ... era quello di incompetenza, l’unico vincolo derivante dall’ordinanza cautelare consisteva nell’impedire che l’atto potesse essere adottato dalla stessa ... a quella competente), di adottare un atto avente anche lo stesso contenuto di quello sospeso. Col terzo motivo l’appellante denuncia ... di quanto riferisce l’appellante, l’art. 15 del piano commerciale di Bisceglie, “consente le attività di vendita a posto fisso e al dettaglio ... con cui erano stati denunciati i vizi di difetto di istruttoria, erronea considerazione dei presupposti, violazione e falsa applicazione dell’art...
5 Sentenza
... tutti i venditori al dettaglio: l’Autorità non poteva, infatti, adottare valutazioni personalizzate, tenuto conto che i rapporti sinallagmatici ... , considerato che: - per il 2005 essa continua a prevedere l’applicazione della delibera 195/02, non applicando, quindi, le disposizioni ... avente ad oggetto “avvio di procedimento per l’adozione dei provvedimenti in materia di criteri per l’aggiornamento delle condizioni ... , come da verbale; FATTO La vicenda portata all’attenzione del Collegio con il ricorso in esame prende le mosse dall’adozione, da parte ... alle attività libere nel settore (come la vendita al dettaglio), inibendo all’Autorità stessa ogni ulteriore intervento regolatorio ... di aggiornamento della componente materia prima applicata nel periodo corrispondente, contestualmente ponendo a carico del sistema una parte ... mediante l’avvio di un nuovo procedimento - con delibera n. 12/07 - e la successiva adozione della delibera n. 79/07, entrambe oggetto ... derivata dall’atto n. 21, contenente chiarimenti in merito alla sua applicazione, sono stati dedotti i seguenti motivi di doglianza: 1 ... dichiarato di porre un argine alla sovraremunerazione dei grossisti e tutelare gli operatori al dettaglio che nel mercato nazione del gas ... che non coincide ed è, anzi, molto più ridotto rispetto a quello grossista/venditore al dettaglio, frustrando gli effetti della rinegoziazione...
6 Sentenza
... tutti i venditori al dettaglio: l’Autorità non poteva, infatti, adottare valutazioni personalizzate, tenuto conto che i rapporti sinallagmatici ... , considerato che: - per il 2005 essa continua a prevedere l’applicazione della delibera 195/02, non applicando, quindi, le disposizioni ... dall’adozione, da parte dell’Autorità per l’energia elettrica e il gas della delibera n. 248/04, del 29 dicembre 2004, con cui essa ... (come la vendita al dettaglio), inibendo all’Autorità stessa ogni ulteriore intervento regolatorio sulle stesse che non fosse fondato ... con la metodologia di aggiornamento della componente materia prima applicata nel periodo corrispondente, contestualmente ponendo a carico ... al 30 giugno 2007 mediante l’avvio di un nuovo procedimento - con delibera n. 12/07 - e la successiva adozione della delibera n. 79 ... , e l’interpretazione autentica della stessa derivata dall’atto n. 21, contenente chiarimenti in merito alla sua applicazione, sono stati dedotti ... di legge o di una norma comunitaria, non individuabile nel caso di specie. L’adozione della deliberazione n. 79/07 avrebbe quindi ... dei limiti dei poteri attribuiti ad AEEG sarebbe ancora più palese nella parte in cui l’atto regolamentare impugnato va ad incidere ... sui rapporti tra produttore e acquirente e quindi in segmenti della filiera diversi dalla vendita al dettaglio preclusi alla stessa. Tanto...
7 Sentenza
... incrementali risultanti dall’applicazione dei criteri introdotti con la deliberazione n. 134/06; e) applicare dal 1 aprile 2007, data ... ravvisarsi nell’adozione della deliberazione n. 79/07, considerato che: - per il 2005 essa continua a prevedere l’applicazione ... in esame prende le mosse dall’adozione, da parte dell’Autorità per l’energia elettrica e il gas della delibera n. 248/04, del 29 ... (come la vendita al dettaglio), inibendo all’Autorità stessa ogni ulteriore intervento regolatorio sulle stesse che non fosse fondato ... con la metodologia di aggiornamento della componente materia prima applicata nel periodo corrispondente, contestualmente ponendo a carico ... al 30 giugno 2007 mediante l’avvio di un nuovo procedimento - con delibera n. 12/07 - e la successiva adozione della delibera n. 79 ... , e l’interpretazione autentica della stessa derivata dall’atto n. 21, contenente chiarimenti in merito alla sua applicazione, sono stati dedotti ... intervento dell’Autorità che applica, retroattivamente, la stessa tariffa per lo stesso periodo di applicazione avrebbe quantomeno ... ingenerati. Violazione e falsa applicazione della delibera 134/06. Eccesso di potere per contraddittorietà intrinseca con precedenti ... dall’applicazione della deliberazione n. 248/04, non altrettanto è stato fatto per l’anno 2006, così ledendo l’affidamento degli operatori...
8 Sentenza
... non sarebbe ravvisabile e quindi non poteva essere addotto a supporto dell’atto adottato; 6. violazione e falsa applicazione dell’art. 11 ... tutti i venditori al dettaglio: l’Autorità non poteva, infatti, adottare valutazioni personalizzate, tenuto conto che i rapporti sinallagmatici ... , considerato che: - per il 2005 essa continua a prevedere l’applicazione della delibera 195/02, non applicando, quindi, le disposizioni ... La vicenda portata all’attenzione del Collegio con il ricorso in esame prende le mosse dall’adozione, da parte dell’Autorità ... alle attività libere nel settore (come la vendita al dettaglio), inibendo all’Autorità stessa ogni ulteriore intervento regolatorio ... condizioni economiche in coerenza con la metodologia di aggiornamento della componente materia prima applicata nel periodo corrispondente ... - e la successiva adozione della delibera n. 79/07, entrambe oggetto del ricorso in esame. Secondo la prospettazione di parte ricorrente ... in merito alla sua applicazione, sono stati dedotti i seguenti motivi di doglianza: 1. violazione e/o elusione del giudicato ... di annullamento ai sensi dell’art. 21 septies della legge n. 241/90 – violazione e falsa applicazione degli artt. 3 e 97 Cost ... sull’annullamento, con efficacia erga omnes, della deliberazione n. 248/04; 2. violazione e falsa applicazione del D.P.C.M. 31 ottobre 2002...
9 Sentenza
... del Comune di Palmi ha comunicato l’avvio del procedimento volto all’applicazione delle misure di salvaguardia e all’adozione ... un parere legale “in merito all’attuale applicabilità dell’art. 132 del vigente Regolamento edilizio del Comune di Palmi (articolo ... della disciplina comunale previgente con la Legge Regionale 19/2002, sia – ed a maggior ragione- in applicazione del regolamento edilizio ... nel merito, attesa la corretta applicazione delle misure di salvaguardia per contrasto dello strumento urbanistico di dettaglio ... dalla data di adozione del Q.T.R. si applicano le misure di salvaguardia di cui alla legge 3 novembre 1952, n. 1902, e sue modificazioni ... di non vanificare l’attuazione dello strumento adottato ma non ancora approvato. L’applicazione della misura di salvaguardia al momento ... non ha interesse all’accoglimento del ricorso in quanto l’atto da adottarsi (anche in vigenza del precedente regolamento edilizio comunale ... ) ed era applicabile per essere state già adottate le Linee Guida. - Il suolo su cui il ricorrente intenderebbe costruire, in base a tale ... gli atti applicativi di dettaglio e non gli atti di adeguamento degli strumenti urbanistici vigenti alla Legge regionale ... , avrebbe dovuto essere disapplicato dall’amministrazione resistente, pena l’adozione di un provvedimento di rilascio illegittimo...
10 Sentenza
... della adozione del provvedimento impugnato (da-tato 4.6.07) ed era applicabile per essere state già adottate le Linee Guida. - - Il suolo ... di Palmi ha comunicato l’avvio del procedimento volto all’applicazione delle misure di salvaguardia e all’adozione della sospensione ... applicabilità dell’art. 132 del vigente Regolamento edilizio del Comune di Palmi in seguito all’approvazione, da parte della Regione ... regolamentari, edilizie ed urbanistiche di cui all’art. 132 del vigente Regolamento edilizio”; - per quanto occorrer possa, del nuovo art ... . 132 del Regolamento edilizio di Palmi, adottato con la deliberazione del Commissario prefettizio n. 50/2007; - di ogni altro atto ... , il Commissario prefettizio ha chiesto un parere legale “in merito all’attuale applicabilità dell’art. 132 del vigente Regolamento edilizio ... del precedente regolamento edilizio, vigente al momento dell’adozione dell’atto, che consentiva l’edificazione richiesta dai ricorrenti ... , sia – ed a maggior ragione- in applicazione del regolamento edilizio novellato nelle more che ha definitivamente escluso tale possibilità ... . dispone: “ 1. A decorrere dalla data di adozione del Q.T.R. si applicano le misure di salvaguardia di cui alla legge 3 novembre 1952 ... , all’evidente fine di non vanificare l’attuazione dello strumento adottato ma non ancora approvato. L’applicazione della misura...
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 avanti ultima