Accedi a LexEureka

Consiglieri comunali: le condizioni di legittimità di deleghe e incarichi conferiti.

Elezioni

Sulla legittimità del decreto con il quale il Sindaco conferisce a taluni consiglieri comunali incarichi e deleghe specifiche per fini consultivi, tesi allo svolgimento di attività di mero studio.
T.A.R. Puglia Bari, Sez. 2, Ordinanza ORDINANZA CAUTELARE 7 December 2017, ord. n. 00461

Premassima

1. Deve ritenersi legittimo il decreto con il quale il Sindaco p.t. attribuisce ad alcuni consiglieri comunali incarichi o deleghe specifiche aventi ad oggetto fini consultivi, per lo svolgimento di attività di mero studio, in temi di interesse generale.

Principio

1. Deve ritenersi legittimo il decreto con il quale il Sindaco p.t. attribuisce ad alcuni consiglieri comunali incarichi o deleghe specifiche aventi ad oggetto fini consultivi, per lo svolgimento di mero studio, in temi di interesse generale.

In riferimento al decreto col quale il Sindaco p.t. conferisce a taluni consiglieri comunali incarichi o deleghe specifiche aventi ad oggetto fini consultivi, per lo svolgimento di mero studio, in temi di interesse generale, il Collegio ha osservato che i suddetti studi, così come qualificati dall’Ente, non sembrano essere incompatibili con le attribuzioni dell’apparato di governo dell’Ente locale, purché essi non costituiscano lo strumento per svolgere attività riservata ad organi diversi dal consiglio comunale e dai suoi membri, ricorrendo nella ridetta ipotesi un evidente abuso in danno dell’intera collettività comunale.

T.A.R. Puglia Bari, Sez. 2, 7 December 2017, ord. n. 00461
Caricamento in corso