Accedi a LexEureka

Abusi edilizi

Urbanistica e edilizia

Legittimità dell'ordinanza di acquisizione gratuita al patrimonio del Comune emanata ex art. 31 d.P.R. n. 380/2001 non preceduta da comunicazione dell'avvio del procedimento
Cons. St., Sez. 1, Parere Definitivo 30 May 2013, parere n. 02573

Principio

Legittimità dell'ordinanza di acquisizione gratuita al patrimonio del Comune emanata ex art. 31 d.P.R. n. 380/2001 non preceduta da comunicazione dell'avvio del procedimento.

Allorché risulti legittima l’ordinanza di demolizione repressiva di abusi edilizi, è da escludere che la successiva ordinanza di acquisizione gratuita al patrimonio del Comune possa soffrire di illegittimità derivata. Inoltre, ai sensi dell’art. 31, comma 3, del d.P.R. n. 380 del 2001, detta sanzione è un atto dichiarativo e ricognitivo di un effetto ablatorio che si determina ope legis per l'inottemperanza all'ordinanza di demolizione. L'effetto traslativo delle opere abusive e dell'area di sedime si determina, pertanto, ipso iure alla scadenza del termine per ottemperare all'ingiunzione di demolizione. Per tale ragione ed essendo l'ordinanza di acquisizione gratuita al patrimonio del Comune atto meramente dichiarativo e non costitutivo del trasferimento della proprietà, tale ordinanza non può essere illegittima per mancata comunicazione dell'avvio del procedimento.

Cons. St., Sez. 1, 30 May 2013, parere n. 02573
Caricamento in corso